Il sistema 3F | Il rivoluzionario sistema di scansioni professionali di Hasselblad

Indice articolo
Il sistema 3F | Il rivoluzionario sistema di scansioni professionali di Hasselblad
La scansione 3F
Ritoccare gli originali 3F
Lo scanner virtuale
Guarda i file raw in alta risoluzione
Lavorare con Flexcolor
Le nostre referenze
Prova il sistema 3F
Download gratuito
Tutte le pagine

 

Nel 2000 Imacon, attuale Hasselblad, crea per i suoi scanner un nuovo formato proprietario, il Flexible File Format-fff.
Il 3F determinerà la più grande rivoluzione nel campo delle scansioni di originali analogici dal tempo dell'introduzione degli scanner a tamburo.

Il 3f permette di ottenere una sorta di file raw da originali analogici. A me e soprattutto al mio archivio ha cambiato la vita e con questo articolo vorrei spiegarvi il perchè.

3F raw

Hasselblad 3F System,
caratteristiche esclusive

  • Qualità straordinaria
  • Reversibilità assoluta
  • Settaggi esportabili
  • Flusso di lavoro in batch
  • Possibilità di restaurare il raw una volta per sempre

La più ampia documentazione
sul 3F mai pubblicata

  • Il sistema 3F spiegato passo per passo
  • Tutorial video
  • Guarda i file raw in alta risoluzione
  • Download gratuito dei file raw e del software per lavorarli
  • Consulenza online e personalizzata
  • Servizio di scansioni raw professionali


Introduzione al Sistema 3F - Video in lingua inglese

 

Normalmente quando si scansisce un originale è necessario impostare una serie di settaggi per poter ottenere un tiff o un jpg il più possibile rispondente alle proprie esigenze. La qualità della scansione è perciò direttamente proporzionale all'abilità dell'operatore che, molto spesso non è il fotografo. Le scelte fatte in fase di salvataggio non sono reversibili e tutte le informazioni contenute nell'originale, che per scelta o per non sufficiente competenza vengono perse, non sono in alcun modo recuperabili. Inoltre, nel caso di originali negativi, colore o bianco e nero, contestualmente alla scansione viene realizzata l'inversione per ottenere il positivo; consideriamo che l'inversione è una fase cruciale in cui viene generata la maggior parte del rumore e del disturbo. Per finire, eventuali ritocchi di sporchi e scratch vanno effettuati sul file salvato e, nel caso di risalvataggio del file vanno effettuati ex-novo.

Acquista ora 3f

Una scansione tradizionale perciò è irreversibile e richiede che il fotografo padroneggi ampiamente la tecnica di scansione e possieda uno scanner costoso, oppure affidando la scansione a terzi bisogna stabilire con l'operatore di scanner un filo diretto difficile da creare.

Il file 3F invece si basa su un concetto elementare ed allo stesso rivoluzionario. Il software dello scanner acquisisce tutte le informazioni contenute nell'originale senza alcun intervento. Il file che ne esce è un tiff particolare a 16 bit, a settaggi zero, senza alcuna maschera di contrasto e non invertito. Il 3F da negativo è ancora un negativo.

Una scansione 3F è totalmente reversibile e contiene tutte le informazioni che lo scanner è in grado di acquisire indipendentemente dalle scelte successive. Scansire in questo formato equivale a trasformare il negativo analogico in negativo digitale preservandolo per sempre.

Il 3F è perciò, da punto di vista funzionale, l'equivalente per l'analogico del formato raw, anche se strutturalmente non lo è, perchè è un tiff con incorporato un file che contiene l'anteprima, i metadati e la storia dei salvataggi.

 

3F - file originale

Sopra, dettaglio del file 3F, ancora in negativo. Notare come l'incomparabile gamma tonale sia stata eccezionalmente preservata. Sotto lo stesso dettaglio salvato in tiff con un settaggio che può essere modificato ogni volta che si ritenga opportuno.

3F - tif salvato